post

Gli imperdibili: luoghi da visitare e ristoranti tipici a Trieste

Per una breve fuga o una toccata e fuga a Trieste, esistono moltissimi luoghi e ristoranti tipici che vale la pensa visitare. L’atmosfera magica che si respira in città è difficile da dimenticare ed accompagnerà nelle vostre passeggiate per le stradine della città, così come i vostri pasti. Trieste ha una cucina particolare, di confine, che parla un po’ italiano, un po’ sloveno, un po’ austriaco. Questo significa che prenotando un tavolo in uno dei tanti ristoranti tipici a Trieste potresti rimanere piacevolmente stupiti dalla qualità delle proposte culinarie.

Ma partiamo dai luoghi simbolo della città. Innanzitutto va assolutamente visitata la famosa Piazza Unità d’Italia conosciuta per essere una delle più grandi del paese e che ha un affaccio diretto sul mare. Sorseggiare un caffè in uno dei tanti bar della piazza, mentre si assaggia una fetta di torta Sacher e si ammirano le facciate in stile austroungarico dei suoi palazzi è una delizia per gli occhi, oltre che per il palato! Un’altra cosa da fare assolutamente è una passeggiata lungo il Molo Audace. Ben 246 metri di lunghezza che costeggiano il mare e che vi faranno ammirare la città da un diverso punto di vista.

Le lunghe passeggiate per la città rischiano di stimolare la fame e, fortunatamente, a Trieste non è difficile trovare un posto dove mangiar bene. Perché non andare alla ricerca di ristoranti di pesce a Trieste sulle rive? La sera questa città ha un fascino incredibile. Andare a cena in uno dei tipici ristoranti del carso triestino è davvero il miglior modo di godere delle bellezze locali.

post

Cosa mangiare a Trieste: le 7 specialità locali

Anche se il Friuli Venezia Giulia è una regione piccola, non ha proprio niente da invidiare alle altre regioni italiane in fatto di tradizioni, specie quando si parla di cibo. Cosa mangiare a Trieste? Uno dei punti di forza di questa regione è, infatti, la sua tradizione gastronomica. È nell’angolo nord orientale del Belpaese che si possono assaggiare alcuni tra i piatti più gustosi – e meno usuali – della cucina italiana. Questo perché molte ricette hanno forti influenze esterne, derivanti dalle vicine Austria e Slovenia. Le gastronomie di Trieste risentono senza dubbio della morfologia della regione, che va dai monti al mare, e vengono influenzate dalla diversità delle culture e delle popolazioni che hanno abitato questa terra nel corso degli anni, contribuendo ad arricchirne la tradizione culinaria.

Cosa mangiare a Trieste: un suggerimento dal menù

Anche se quella locale è una cucina prevalentemente fatta di piatti di terra, non è difficile trovare un ristorante dove si mangia pesce sulla costa adriatica. Se la domanda è cosa mangiare a Trieste, è bene sapere che gli incroci della cucina friulana con la cucina carnica si manifestano maggiormente nei piatti come il cjarsons, il frico, e nell’utilizzo delle erbe. Ma anche la polenta di farina di granturco bianca o gialla, i vini bianchi e rossi ed i distillati come la grappa, sono cose da non lasciarsi sfuggire.

Tra i numerosi ristoranti di pesce a Trieste sulle rive, il ristorante Tenda Rossa offre un menù ricco di spunti, permettendovi di assaggiare le bontà triestine godendo di un bellissimo panorama. La terrazza del ristorante, infatti, affaccia direttamente sul mare dove viene pescato il pesce proposto nel menù. Le località balneari della zona triestina, infatti, hanno una lunga tradizione di pesca: sia in mare che tra i canali delle lagune, i pescatori hanno sempre trovato una grande varietà di pesci che sono diventati una pietanza alla base della cucina tradizionale locale.