post

La zona Carsica, o della D.O.C. Carso, è rappresentata dalle alture che delimitano la pianura friulana a sud-est a partire dalla provincia di Gorizia fino a raggiungere il confine nord-est con la Slovenia, in territorio triestino. I terreni di questa zona sono aridi, sassosi e ricchi di ferro: è un paese di roccia ma nonostante ciò vengono coltivati vitigni di malvasia istriana con risultati sorprendenti. Tra i vitigni tipici della zona, nelle trattorie a Trieste troverete la Vitovska, un bianco dal profumo tenue ed elegante, mentre il Terrano è un vitigno autoctono a bacca rossa chiamato anche “il sangue del Carso” intenso e al profumo di lampone.  

Se, oltre a bere le specialità tra i vini della zona, vi state chiedendo cosa mangiare a Trieste, non dimenticate di assaggiare i prelibati piatti di pesce che provengono dalla tradizione locale. Un connubio perfetto sarebbe infatti un bel piatto di alici, sardoni o gamberi accompagnati da un profumatissimo vino locale, preferibilmente bianco. Ultimamente i vitigni della zona triestina stanno lavorando anche sulla Glera, un tipo di uva bianca che molti ritengono sia l’antenato del famosissimo prosecco.

Ma se siete più propensi a mangiare a Trieste piatti di carne, nelle trattorie a Trieste potete assaggiare le proposte dello chef accompagnate dal Terrano D.O.C., un vino autoctono a bacca rossa di colore rubino molto intenso e con un aroma di lampone. Per le sue doti di struttura, intensità e freschezza gustativa, è perfetto per accompagnare spezzatini e stufati. Se non siete dei grandi esperti di cultura eno-gastronomica non temete, scegliendo uno dei ristoranti tipici di Trieste riceverete di sicuro preziosi consigli sui migliori abbinamenti tra vini e piatti tradizionali.